Otto Junior nella storia, bronzi anche nelle categorie Under 23 e Ragazzi

0
139

Il titolo nell’otto Junior, i bronzi nell’otto Under 23 e nel 4 con Ragazzi. Un fine settimana da incorniciare per la Canottieri Sampierdarenesi, protagonista in occasione del Super Campionato di Gavirate.
E’ storica l’affermazione della barca Junior con Martino Cappagli, Simone Galtieri, Luca Carrozzino, Federico Gilioli, Michele Maspero, Riccardo Corsinovi, Alessandro Polleri e Lorenzo Serafino (tim. Raissa Scionico) con un secondo e mezzo di vantaggio sulla Canottieri Varese e oltre tre sulla Canottieri Firenze. Due ammiraglie sul podio. Si perché venerdì l’otto Under 23 è terzo: la formazione è quasi la stessa, Diego Fontanella e Simone Sanna sono al posto di Gilioli e Serafino che si tolgono la soddisfazione di conquistare il bronzo nel 4 con insieme a Matteo Crivello, Lorenzo Reasso e al timoniere Samuele Campestre).

Questo il pensiero del presidente Luciano Campodoni. “E’ bellissimo, è un’emozione straordinaria che abbiamo provato in tanti grazie a un risultato che ci ripaga di sforzi, sacrifici e impegno. Vincere nell’otto Junior è la sintesi di un lavoro di squadra, è il riconoscimento più bello che una società remiera possa ottenere a gratificazione di una lunga programmazione. Abbiamo operato con ragazzi fantastici che hanno lavorato in maniera esemplare con una grande determinazione e costanza che non si spiegano con semplici parole. Tutto questo in una chimica di allenatore competenti e capaci: Bruno Lantero, Davide Scionico, Gabriele Galioto, Andrea Anfosso e Giancarlo Muscella. E ancora il supporto del preparatore Gianluigi Rodrigo, la competenza e il carisma dei dirigenti Lorenzo Cappagli e Giuseppe Gabbia.. Tutti quanti hanno dato il loro contributo. In più, su quell’otto, c’erano nomi di famiglie storiche legate alla società: Maspero, Scionico, Cappagli, Carrozzino. Sono le stesse persone che continuano a volere bene alla Canottieri Sampierdarenesi, ritenuta patrimonio di amicizie da custodire.

Non posso, in questo momento, dimenticare altre figure che hanno scritto pagine importanti del nostro Centenario: per primo, penso a Matteo Montesano, allenatore e dirigente che purtroppo ci ha lasciati quest’anno e a cui a nome mio e della società ho piacere dedicare questi risultati. Ora bisogna continuare lungo questa strada. La vittoria dell’otto e altre due bellissime medaglie, nelle categorie Under 23 e Ragazzi, coronano una stagione straordinaria. Riconfermarsi non sarà facile ma ci sono sicuramente i presupposti”.